CHE COSA E’ IL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE?

Il legamento crociato anteriore è un piccolo e corto legamento che origina dal femore e termina sul piatto tibiale ed ha l’importante funzione di evitare lo slittamento anteriore della tibia sul femore, e quindi stabilizzare il ginocchio durante la fase di carico.
Visualizza immagine dettagliata

PERCHE’ SI ROMPE?

Le lesioni del legamento crociato anteriore sono nel cane dovute principalmente a due fattori eziopatogenetici, a differenza di ciò che avviene nell’uomo, dove sono nella gran parte dei casi secondarie a trauma distorsivo. Sono infatti responsabili di queste lesioni la particolare anatomia del ginocchio, dove il piatto tibiale presenta nelle razze canine più predisposte presenta un’inclinazione molto maggiore di quella ottimale (circa 6°), oppure l’intrinseca debolezza delle fibre del legamento stesso in un modello che risponde ad una eziologia su base genetica. In entrambi i casi le sollecitazioni ripetute indeboliscono e stressano le fibre del legamento fino alla rottura.

QUALI SONO I SINTOMI DELLA ROTTURA DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE?

I cani con questa lesione presentano una zoppia con appoggio del piede in punta. Se i pazienti sono di piccola taglia è più frequente notare che l’arto viene completamente sottratto all’appoggio e gli stessi deambulano a tre zampe. La palpazione del ginocchio evidenzia una tumefazione dell’articolazione ancor più pronunciata sulla sua faccia più interna (ectasia della sinoviale mediale). Nei pazienti affetti da piu tempo dalla patologia può essere riscontrato un rumore di click durante la deambulazione, che testimonia il coinvolgimento meniscale.

COME SI FA DIAGNOSI DI ROTTURA DEL LEGAMENTO CROCIATO ANTERIORE?

Il medico veterinario effettuando una visita con l’animale sveglio e/o sedato evidenzia segni tipici quali la positività del test del cassetto anteriore ( spostamento in avanti della tibia sul femore in seguito a movimento di traslazione anteriore della tibia rispetto al femore ),  e del test di compressione tibiale (spostamento in avanti della tibia in seguito a compressione assiale della tibia sul femore). Vengono poi eseguite delle radiografie per la valutazione del grado di inclinazione del piatto tibiale, per il riscontro dei segni di artropatia secondaria e per uno studio completo del ginocchio volto a valutare il corretto allineamento di tutte le strutture anatomiche in gioco.
Visualizza immagine dettagliata

CHE COSA E’ LA TPLO?

La TPLO , acronimo che identifica l’osteotomia livellante del piatto tibiale, è una tecnica innovativa che da ottime risposte alle problematiche che insorgono in corso di lesioni del legamento crociato anteriore del cane. La tecnica  vuole risolvere il deficit che si crea cambiando l’angolo di inclinazione del piatto tibiale. Questo permette al femore di caricare assialmente sulla tibia evitando la traslazione in avanti della tibia stessa, responsabile dei danni meniscali e della progressione degenerativa della malattia articolare susseguente. Per far si che ciò avvenga si effettua un taglio circolare della regione del piatto tibiale che permette una sua rotazione fino alla giusta inclinazione. L’osteotomia viene fissata con una placca dedicata. I risultati sono tanto migliori quanto prima si interviene dopo il verificarsi del danno e tanto è minore il quadro di malattia articolare degenerativa secondaria che accompagna la rottura del legamento crociato. La TPLO necessitando di uno strumentario dedicato molto specialistico è una tecnica con dei costi più alti rispetto alle tecniche precedentemente impiegate per il trattamento chirurgico delle lesioni del legamento crociato anteriore.
Visualizza immagine dettagliata